Sono passati tre giorni dall’evento di Domenica, ma credo che ne dovranno passare come minimo altrettanti perché io possa riprendermi dalle emozioni di quella giornata frenetica in cui ho fatto tanto e capito… niente.
Tutto era partito con la promessa di presentare il mio secondo libro (“Sfida alla Transfagarasan”) in anteprima a Calimera e fin qui tutto bene, se non fosse che il libro era stato scritto a quattro mani con un recordman e parlava di una sfida vinta con una Ferrari, per cui come non invitare l’autore-protagonista Fabio Barone ed il suo bolide? L’occasione era ghiotta quindi iniziai ad organizzare la presentazione col mio amico e consigliere comunale Massimo Greco. Però Barone, essendo il Presidente di un grande Club Ferrari (Passione Rossa), aveva già il calendario pieno d’impegni fino all’estate. Unica data disponibile: Domenica 30 Aprile, perché in quel week end Fabio avrebbe fatto un raduno con i soci del club in provincia di Taranto, come non approfittarne?
Parlando col Comune di Calimera scoprì che lo stesso giorno sulla piazza del paese si stava organizzando una grande manifestazione di beneficenza, Io Posso… Far Festa, iniziativa dell’associazione 2HE per raccogliere fondi per il progetto “La Terrazza – Tutti al mare!”, che da 2 anni permette l’accesso al mare a persone affette da SLA ed altre disabilità neuromotorie. Un grande progetto portato avanti da molti giovani di Calimera che con tenacia ed impegno erano riusciti in un’impresa che all’inizio sembrava visionaria.
Avremmo potuto spostare la presentazione in un’altra area del paese, ma pensai che una Ferrari in piazza quel giorno potesse essere una sorta di contributo per l’associazione, così iniziai a collaborare con i ragazzi di Io Posso per decidere la logistica di quest’evento a matrioska. E proprio durante una riunione con loro in cui cercavamo d’incastrare la presentazione nel programma e la Ferrari fra gli stand, la Lamborghini della Polizia ed addirittura un ultraleggero, arrivò la telefonata di Fabio in cui ci comunicava che avrebbe potuto portare non una, ma ben venti rosse di Maranello.
Le nostre facce cambiarono colore ed espressione tre o quattro volte, non sapevamo se ridere o piangere. Ci stavano regalando un raduno di Ferrari senza precedenti e noi forse non avevamo il posto per parcheggiarle. Assurdo, paradossale. Ma era un’occasione unica più unica che rara, un’offerta che non potevamo rifiutare.
Per cui ci buttammo tutti a capofitto nell’iniziativa creando un filo diretto fra Passione Rossa, il Comune e l’associazione 2HE che è sfociato in questa bellissima giornata in cui Calimera ha brillato, fra le stelle di Io Posso e le rosse di Maranello. E così la presentazione di “Sfida alla Transfagarasan” è diventata indimenticabile un po’ per tutti.
Quello che sicuramente non dimenticherò io è l’ansia dei giorni precedenti, ma anche e soprattutto la soddisfazione dopo aver visto il risultato creato dalla cooperazione di tutte le menti e le braccia che hanno reso possibile quest’impresa. E’ a loro che va il mio profondo ringraziamento e nello specifico a Fabio Barone ed ai soci del Club Passione Rossa, all’amico Massimo Greco, alla Sindaca Francesca De Vito ed a tutta l’ Amministrazione Comunale. A Federico, Giorgia, Francesco e gli altri ragazzi di Io Posso, agli sponsor Tenuta Santicuti e Di Donfrancesco Catering che hanno ospitato il club nella prima fase del raduno ed a tutta la mia famiglia che si è data da fare in ogni modo supportandomi sia moralmente che fisicamente.



Commenti su “Presentazione “Sfida alla Transfagarasan” a Calimera”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Posts

Blog

Tutti i nodi vengono alla sciarpa!

Quante di noi, prima di uscire, volendo ultimare il nostro outfit con un foulard o pashmina si sono ritrovate davanti allo specchio facendo rocambolesche operazioni acrobatiche di intreccio? Partiamo con l’entusiasmo più sfrenato delle stylist Read more...

Blog

Parigi: suggerimenti utili fra Paris Museum, Paris visite e luoghi da visitare – 2^ Parte

Siete pronte a continuare insieme a me l’avventura nella splendida Parigi?Per chi si è perso la prima parte può andare sulla pagina  La Gianna Blog e recuperare tanti utili consigli . Allora mettetevi comodi e Read more...

Blog

Come salvare la rubrica del telefono: contatti in cassaforte!

La nostra cara e vecchia rubrica, ci ricordiamo veramente di lei solo quando ormai è troppo tardi, quando l’irreparabile è ormai successo… e in quell’attimo vorremmo poter tornare indietro nel tempo a qualsiasi costo e Read more...